Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Napoli, la programmazione premia Giuntoli: scelte mirate e veloci

Napoli

Napoli che continua a muoversi senza soluzione di continuità sul mercato. Un qualcosa che deriva dall’ottima programmazione azzurra.

Fare mercato nella sessione invernale non è mai una cosa semplice. I migliori calciatori, a meno che non sia in rotta di collisione con la propria società, non sono in vendita. Allo stesso tempo, ingaggiare con la prerogativa di rinforzare la squadra, può generare malumore e rompere gli equilibri all’interno dello spogliatoio.

Napoli
Giuntoli (Ansa)
Insomma, sono tutte una serie di valutazioni da fare, con l’intento di migliorare e non rompere ciò che di buono si è costruito fino a quel momento. E’ il caso del Napoli di Luciano Spalletti che, dopo un inizio travolgente, può solo accogliere giocatori che possono risultare armi in più e non problemi all’interno dello spogliatoio.

Napoli, quando la programmazione premia il ds

In effetti, le operazioni fatte durante la sessione estiva di calciomercato, stanno permettendo a Giuntoli di operare con tutta la calma del mondo. Mentre le dirette concorrenti per il titolo sono alla ricerca di calciatori che possano far fare la differenza, gli azzurri sono alla ricerca di soluzioni che possano consentire ai suoi giovani di giocare con costanza.
Napoli
Bereszynski (Ansa)
Un esempio? Zanoli. Il giovane difensore partenopeo potrebbe partire e al suo posto potrebbe arrivare uno tra Bereszynski e Karsdorp. Due calciatori che conoscono alla perfezione il campionato italiano e che possono fungere senza problemi da sostituti di Di Lorenzo.
L’aver programmato il tutto nella sessione estiva, consente agli azzurri di poter anticipare alcune mosse nella sessione invernale. Un altro esempio? Ilic del Verona. Il 21enne serbo interessa anche alla Lazio che però, prima di giugno, non potrà muoversi. Dal canto suo, il club scaligero chiede 25 milioni di euro per la cessione a titolo definitivo del calciatore. Al momento, il Napoli è fermo alla richiesta di prestito con diritto di riscatto. Un punto da cui partire per imbastire nei prossimi mesi una trattativa che potrebbe andare in porto senza grossi problemi.
Valutazioni e mosse preventive che giungono grazie ad una programmazione dettagliata e chiara da parte di Cristiano Giuntoli che, per l’ennesima volta, ha dimostrato grande competenza nel ruolo che riveste.
Gestione cookie