Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Inter, la Curva Nord accoglie Cuadrado: decisivo Lautaro Martinez

Juan Cuadrado, Inter. (ansa-tvplay)

Quest’estate il colpo Cuadrado-Inter è stato preso piuttosto male dai tifosi, prima i fischi poi la soluzione, con l’intervento del capitano.

L’estate di calciomercato è stata contraddistinta da tanti fuochi e veleni, neanche a dirlo, sul solito asse Milano-Torino. Le sponde di Navigli e Po interessate sono ovviamente quella nerazzurra da una parte e bianconera dall’altra. In casa Juve hanno salutato sbattendo più o meno forte la porta esponenti rilevanti della vecchia guardia giunti al capolinea con il progetto tecnico di Allegri.

Tra questi uno è stato Juan Cuadrado, che una volta ritrovatosi svincolato è stato ingaggiato proprio dall’Inter. Era il momento dell’estate in cui invece Romelu Lukaku pareva con somma sorpresa e sdegno di molti ad un passo dai bianconeri. Sulle prime battute più di qualcuno ha addirittura ipotizzato che la mossa dei nerazzurri fosse una sorta di vendetta nei confronti dei rivali.

I tifosi dell’Inter però si sono da subito dimostrati di tutt’altra opinione. Anni di militanza con la maglia della squadra più odiata, ma soprattutto una condotta in campo ritenuta da molti tifosi non juventini non esattamente l’apoteosi della lealtà sportiva, hanno messo sul piede di guerra i sostenitori nerazzurri. Già in estate infatti per provare a venirsi incontro la Curva Nord ha addirittura chiesto al club di avere un confronto vis-à-vis con Cuadrado.

Com’è andato l’incontro di Cuadrado con la Curva Nord

Le curve, si sa, sono da prendere con i guanti. Dall’entrare nelle loro grazie a diventare un bersaglio può volerci poco e spesso è impossibile farsi perdonare, oppure fare il percorso opposto. Quella dell’Inter oltretutto era già parecchio nervosa per la situazione Lukaku. All’interno dei gruppi squadra però si ragiona come ovvio che sia in maniera diversa. I calciatori della stessa squadra non sono semplici colleghi, ma compagni e quando si è dalla stessa parte si seppellisce l’ascia di guerra anche con i rivali di una vita.

Lautaro Martinez, Inter. (ansa-tvplay)
Lautaro Martinez, Inter. (ansa-tvplay)

Ecco perché nella buona riuscita del confronto tra Juan Cuadrado e Lautaro Martinez è risultato decisivo l’appoggio per il colombiano da parte del capitano nerazzurro, Lautaro Martinez. Nell’ultimo match disputato dall’Inter in casa infatti il bomber argentino ha fatto capire allo stadio il suo endorsement ad ampissimi gesti.

Prima il balletto sotto la curva al quale ha partecipato anche Calhanoglu. Poi al 4:0 segnato da Lautaro Martinez su assist proprio del colombiano, il Toro è andato ha indicato in modo plateale Cuadrado per invocare l’approvazione di tutto San Siro. Il connubio è proseguito poi anche dopo il match gara, quando i due sudamericani hanno condiviso momenti di festeggiamento dall’interno dello spogliatoio, facendo passare il messaggio chiaro che ora Cuadrado fa parte del gruppo Inter.

Gestione cookie