Juve, il piano di Giuntoli: missione per Szczesny, Kean e Felipe Anderson

Il calciomercato di riparazione è già aperto da diverse ore e i tifosi attendono di vedere i fatti dopo aver letto tante ipotesi, piste e strategie. Ad una giornata dalla fine del girone d’andata alcuni club hanno dovuto rivedere le proprie ambizioni, altri le hanno rinnovate, ma c’è anche chi si è ritrovato a dover fare un considerevole upgrade. Basti pensare al Napoli campione d’Italia, che attualmente è addirittura fuori dalla zona coppe europee, mentre l’Inter sa che fondamentalmente l’unica che può insidiare la sua corsa allo Scudetto è solamente sé stessa.

Se lo facesse però qualcuno dovrà farsi trovare abbastanza pronto per approfittare e quel qualcuno più o meno a sorpresa pare proprio debba essere la Juventus. Sui reali obiettivi della squadra di Allegri si discute molto già dall’estate. Fin dai blocchi di partenza è sempre stato acceso il dibattito tra sostenitori e detrattori dell’alternativa bianconera al tricolore.

Dicevano che fosse una squadra troppo giovane e poco tecnica per poter competere per la vetta, ma la Juve non lo sa e vola lo stesso. Giuntoli però, che è anche l’architetto del Napoli campione, sa bene che le grandi squadre non si costruiscono in una stagione sola e che, al netto della riuscita o meno dell’exploit di quest’anno, si sta già muovendo anche per la prossima stagione.

Giuntoli guarda lontano, le operazioni in vista di giugno

La Juventus è una delle squadre più attese per il mercato di gennaio. La possibilità di essere il club che potrebbe scippare lo Scudetto all’Inter inebria come ovvio che sia i tifosi. Sostenitori che però ora vogliono vedere che anche la dirigenza del club ci vuole credere e per dimostrare questa cosa c’è un solo modo: acquistare o comunque rimpolpare la rosa in vista dello sprint decisivo.

Juve show: colpaccio a zero, ecco il contratto
Felipe Anderson (Lapresse) – Tvplay.it

Prima di chiudere una o più operazioni per l’immediato, Giuntoli lavora anche in prospettiva. Nella fattispecie si è deciso a non voler ricorrere ad un nuovo portiere e intende prolungare il contratto con Szczesny, ma non solo. Il portiere dovrebbe accettare un prolungamento fino al 2026, ma con riduzione dell’ingaggio. Tra i nuovo senatori, seppur con qualche grado in meno, figura anche Kean, che quest’anno sembrerebbe essersi finalmente ritrovato con il vecchio maestro Allegri.

Anche per l’attaccante italiano c’è aria di rinnovo e le parti stanno parlando di accordo fino al 2027 o ’28. Stesso discorso anche per Rugani, ma Giuntoli guarda anche ad eventuali nuovi innesti e punta a un mix di gioventù ed esperienza. Non solo la concorrenza alle milanesi per Kelly del Bournemouth e Djalò del Lille, ma la tentazione Felipe Anderson, che scade a giugno e ancora non ha trovato l’accordo con la Lazio, con il sospetto che dietro ci sia proprio l’interesse della Juve, che l’anno prossimo tornerà in Champions League, mentre i biancocelesti ad oggi sono molto lontani.

Impostazioni privacy