Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Cannavaro e la voglia di allenare: “Il Napoli? Vi racconto come è andata”

Cannavaro

Cannavaro e il Napoli, un sogno che non è diventato realtà ma di cui tutti hanno parlato o quanto meno sognato per un momento.

Allenare il Napoli per un napoletano che ha avuto anche la fortuna di crescere anche nelle giovanile di quel club, sarebbe il massimo. Un sogno a cui Fabio Cannavaro magari non vorrebbe rinunciare e a cui aspira. Chissà, magari realmente un giorno riuscirà a sedersi su quella panchina ma intanto, il fatto che il suo nome sia circolato dopo la sconfitta contro l’Empoli, ha potuto far solo che piacere. Certo, se poi si foste giunti ad una conclusione diversa, sarebbe stato anche meglio.

Purtroppo per Cannavaro, la scelta finale è ricaduta su Walter Mazzarri e il sogno è stato procrastinato. Ma questo contatto tra il Napoli e Cannavaro, realmente c’è stato? A spiegarlo è stato l’ex allenatore del Benevento a ‘Sportmediaset’: “Non c’è stato nulla, in occasione di Napoli-Empoli sono andato a vedere la partita e De Laurentiis, per educazione, ci ha messo (era insieme al fratello Paolo, ndr) vicino a lui. Se credevo davvero di poterlo allenare? Se non ti chiamano come fai a crederci? Adesso hanno trovato Mazzarri, già c’è stato e conosce l’ambiente. Speriamo si risolva la situazione”.

Cannavaro tra Napoli e futuro

Discorso rinviato quindi con il Napoli, anche se l’amore per i colori azzurri rimarranno per sempre, così come è forte la voglia di poter allenare in Europa con una certa costanza: “In Asia – dice Cannavaro – fortunatamente il mercato è diverso. Ho lavorato tanto lì e hanno apprezzato il lavoro che ho fatto. Ho anche vinto due campionati. Io non decido di stare fermo, sono gli altri che scelgono di lasciarti a casa. Il mio progetto è allenare sperando che arrivi l’occasione giusta. E me lo auguro fortemente. Più che aggiornami e allenare…”.

Cannavaro
Cannavaro e la verità sul Napoli (La Presse, TVPlay)

Serie A, Premier League, Liga: non ha alcuna importanza. La cosa fondamentale per Fabio Cannavaro è ricevere una chiamata con un progetto interessante: “Dipende dalla situazione, qualunque chiamata va valutata e presa in considerazione. Che sia Italia, Europa o allargare gli orizzonti. La gente sa che tu hai la possibilità di far conoscere le tue idee e trasmettere la tua esperienza. Certo, se uno viene valutato solo per quanto è accaduto a Benevento è limitante. Guardate De Zerbi: nei primi anni è andata male, adesso allena in Premier League. O c’è anche Mazzarri: viene da situazioni non bellissime ma allena. Pure Lippi è stato esonerato ma ha vinto i Mondiali”.

dirette costanti ogni giorno da tutto il mondo

TvPlay.it proprietà di WEB 365 Srl – Piazza Tarquinia 5 – 00183 Roma RM – P.Iva IT12279101005 – redazione@tvplay.it
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma con numero 62/2023 del 17/04/2023

Gestione cookie